• Dott.ssa Cristina Giannetti

IL RUOLO DELL’IGIENISTA DENTALE DURANTE LA GRAVIDANZA E L’ALLATTAMENTO.


Prefazione del dott. Corrado Paolo D'Amelio.

Sono qui a presentarvi l'articolo scritto da una collega nonché amica per il nostro blog: la dott.ssa Cristina Giannetti, igienista dentale, esperta nella prevenzione e cura della malattia parodontale.

Questo articolo tratta in maniera chiara e concisa dell'estrema l'importanza della figura dell'igienista dentale prima, durante e dopo la gravidanza. In particolare la terapia della malattia parodontale è essenziale per una gravidanza senza rischi per i denti della mamma e la salute del bambino. Chi è affetto da parodontopatie è scientificamente provato abbia maggiori possibilità di partorire bambini sottopeso, gravidanze pretermine e addirittura aborti in alcuni casi. I batteri parodontali sono infatti in grado di superare la placenta e infettare il feto, inoltre i batteri possono essere trasferiti dalla mamma al bambino dopo la nascita.

Ringrazio la dott.ssa Giannetti per l'interessante articolo e la disponibilità che offre ai pazienti dello studio Dental Praeneste di mettersi in contatto con lei. Buona Lettura!

Dott.ssa Cristina Giannetti - Igienista Dentale

Da igienista dentale, donna e mamma ho sempre avuto a cuore il mondo della procreazione, incuriosita dalla trasformazione del corpo femminile pronto ad accogliere una nuova vita. Come tutto l’organismo si prepara e si modifica, anche il cavo orale subisce notevoli cambiamenti. L’ho sempre studiato sui libri all’Università, sulle Linee guida del Ministero della Salute e in tutti gli incontri di formazione, ma prima non avevo mai avuto una gravidanza quindi tutto era così lontano da me e mi dicevo sempre che un giorno avrei raccontato la mia esperienza dal punto di vista professionale. Ed eccomi qui. Nell’aprile 2016 scopro di essere incinta. Felicità, amore e gioia. Non so descrivere gli stati d’animo ma una donna sa che, sin dal primo istante, cambieranno la sua vita e il suo corpo. La mia preoccupazione più grande non erano i kili di troppo, le nausee, i dolori di schiena e le notti insonni ma cosa sarebbe successo alla mia bocca. Come gli ormoni avrebbero trattato le mie gengive delicate, come avrebbero alterato la saliva e i minerali dei denti. Avevo un’ansia fortissima, dopo tanta cura e dedizione in tutti questi anni, che l’incubo più ricorrente era quello di svegliarmi con le gengive sanguinanti come Dracula e con denti storti e mobili da perderli da un giorno all’altro. Per un dentista e igienista dentale quale incubo peggiore!!! Ma in fondo cercavo di tranquillizzarmi e mi ripetevo che stavo usando tutti i giorni lo spazzolino elettrico, il filo interdentale, facevo la seduta d’igiene orale a studio dalla collega ogni sei mesi prima della gravidanza e avrei continuato a farla ogni 3 mesi anche durante, quindi di cosa mi dovevo preoccupare? Il mio lavoro quotidiano è fondato sulla prevenzione del cavo orale dove spiego a tutti i miei pazienti quanto sia fondamentale il controllo del biofilm batterico, istruisco ad utilizzare i giusti strumenti per lavare i denti e motivo loro ad utilizzarli correttamente. I batteri nel cavo orale sono tantissimi e se non controllati con l’igiene giornaliera possono creare alterazioni dello smalto del dente e di tutti tessuti che lo sostengono. In gravidanza il cambiamento immunologico, vascolare e ormonale sono significativi in particolare quest’ultimo, dal II° e III° trimestre l’estrogeno aumenta e può far sanguinare le gengive sempre e solo se c’è biofilm batterico non rimosso efficacemente. La famosa gengivite e parodontite gravidica sono patologie molto frequenti tra le donne ma si presentano solo se la paziente ha trascurato situazioni pregresse quindi ci tengo a sottolineare che la gravidanza non è la causa di problemi della bocca. Altri sintomi che io ho personalmente notato sono stati la SCIALORREA gravidica, cioè un aumento di quantità di saliva del cavo orale e l’IPEREMESI GRAVIDICA dove gli acidi dello stomaco alterano il PH rendendolo acido. Ricordo che mi alzavo quasi tutte le mattina con nausee forti e la bocca diversa dove la notte avevo sempre vicino a me un piccolo asciugamano per la troppa saliva. Sicuramente è una reazione di protezione della bocca ma vi assicuro che è stato fastidioso e saper come controllare gli effetti negativi dell’acidità in bocca mi hanno aiutata a non danneggiare i denti. Quindi dopo episodi di vomito facevo un veloce sciacquo di acqua e poco bicarbonato per riequilibrare il ph salivare, aspettavo 30/40 minuti prima di lavare i denti dopo l’episodio o dopo aver mangiato e usavo anche dei dentifrici super nutrienti per proteggere il minerale dei denti. Sono stata seguita da una nutrizionista per controllare la fame e per mangiare i cibi più nutrienti sia per la mia salute che per la crescita del mio bambino. Ho fortemente limitato l’assunzione di zuccheri per prevenire la carie e ho consumato molta frutta, verdura e tanta acqua. Ovviamente NO AL FUMO, anche quello passivo e lo ripeto a tutte le pazienti e amiche fumatrici che sono in gravidanza. L’acido folico o vitamina B9 è stato un integratore fondamentale che ho assunto, 400 mg al giorno, anche prima della gravidanza fino ai primi mesi di gestazione per prevenire i difetti del tubo neurale come la schiena bifida, le malformazioni cranio facciali, malformazioni del cuore, polmoni ed arti.

Passavano i mesi, cresceva la mia pancia e il mio bambino o meglio bambina e tutto si colorava di rosa. Dal sesto mese di gravidanza inizia a cercare i corsi preparto organizzati nella mia città perché volevo assolutamente partecipare, così mi iscrissi ad un corso dove ostetriche, ginecologa e psicologa mi hanno guidata e supportata verso un viaggio unico, verso il giorno del parto e verso una nuova vita. Le ostetriche ci hanno spiegato l’importanza dell’allattamento al seno per la futura mamma e per la crescita del nascituro come per il corretto sviluppo dei mascellari. Ma al termine della gravidanza mi posi una domanda: se io non avessi ricevuto tutte queste informazioni sulla prevenzione del cavo orale dal mio corso di studi, cosa sarebbe successo alla mia bocca? Cosi io mi impegno ancora di più a sostenere le donne durante ma soprattutto prima della gravidanza, spiegando loro che la giusta informazione ed una corretta igiene orale a casa possono limitare tante conseguenze a discapito di denti, gengive e del nascituro. Quando racconto delle complicazioni, spiego che il cavo orale non curato ha al suo interno un esercito cattivo di batteri che, entrando nel circolo del sangue, possono penetrare la barriera placentare fino ad arrivare al bambino. Il tempo durante la seduta d’igiene orale professionale è sempre poco, anche se io sono conosciuta come una super chiacchierona e cerco di sfruttare sempre quei minuti preziosi, tutto questo non mi bastava. Cosi a distanza di due anni dalla nascita della mia Nicole sono tornata a quello splendido corso preparto organizzato dalla mia ginecologa, la Dott.ssa Linda Quaresima e dalla psicologa Benedetta Bianchi, a Terracina, e mi hanno accolta a braccia aperte. Racconto alle future mamme di come prendersi cura del sorriso, ho notato molto timore verso la figura del dentista e dell’igienista dentale, ma cerco sempre di tranquillizzarle dando loro tutte le spiegazioni scientifiche su come l’ablazione del tartaro sia innocua per loro e per il bambino. Rimangono sempre entusiaste quando spiego che il cavo orale del neonato deve essere pulito sin dalla nascita e non solo dall’uscita del primo dentino. Faccio vedere gli strumenti giusti per pulire le gengive e come alleviare la sintomatologia della prima eruzione dei denti, visto che ci sono passata anche io con mia figlia. Spiego l’importanza delle giuste abitudini che noi genitori dobbiamo, sin dall’inizio, trasmettere ai nostri figli che saranno gli adulti del futuro. Mi impegno ancora di più su internet per poter dare “pillole” di informazione sulla prevenzione e grazie ai social riesco ad arrivare a più mamme, papà, nonni e baby sitter. Tutti devono sapere che la giusta attenzione alla salute della bocca è fondamentale per ridurre al massimo il rischio di carie e parodontite nel mondo. Ringrazio lo Studio Praeneste di Roma, nella persona del Dottor Corrado Paolo D’Amelio, che mi ha dato questa splendida opportunità di poter raccontare la mia avventura da igienista dentale e da mamma.

Potete trovarmi su facebook @dentiamo e istagram come dentiamoreefantasia

Buon sorriso a tutti.


  • Instagram
  • Facebook Social Icon

© 2017 Dental Praeneste di D'Amelio C.P. - Gallerano G.  

Viale Pio XII 111/A Palestrina 00036

P.IVA.:14126271007